Sabato 4 Giugno saremo a Migliarina di Carpi (MO), ospiti del  NokoverFest. Il concerto concluderà una giornata con diversi  gruppi che inizierà dal pomeriggio. Il nostro è previsto intorno alle 21,30 circa (circolo Arci di via Budrione 112). Il concerto si terrà anche in caso di maltempo  nella palestra adiacente al circolo.
 —————————————————————–
 Arriviamo a Cosenza mercoledì 25 maggio dove ci attendono i  sobillatori della serata indie locale: RobertEno e Fabio. Dopo  l’interminabile Milan-Liverpool finiremo per suonare all’una e  trenta. Tra il pubblico un inatteso Eliseno Sposato: stavolta c’è  uno più vecchio nel locale. Non dormiamo da due giorni. Fabio ci  ospita, parla continuamente di musica e coinvolge raccontandoci  le sue storie dall’indiemondo. Raggiungiamo Catania dove suoneremo  ai Mercati Generali, un posto incredibile nelle campagne del  Simeto. Antonio al ritorno ci deposita nella sua casa grande e  accogliente e va al mercato notturno del pesce a recuperare il  pranzo di domani. Abbandoniamo Kai (il nostro fonico) a Punta  Raisi: ci lascia a metà gita per andare a Chiasso col suo gruppo  (gli Judah) e tanti saluti alla Svizzera e a Capodistria.  A Palermo il centro sociale ASK 191 sbuca al termine di una via  di negozi eleganti. Una grande costruzione abbandonata è stata  occupata cinque mesi fa da un gruppo di ragazzi e ragazze dai  diciassette ai venticinque anni. Gestiscono una faccenda delicata.  Il cancello resta chiuso, entra solo una persona alla volta. Si sente l’infinita consapevolezza e responsabilità della loro  voglia di fare. Non è la stessa cosa che occupare una scuola a  Milano. Le facce e i cuori di queste ragazze e di questi ragazzi  sono bellissimi. I mezzi tecnici a disposizione un po’ meno e  Zanna, il fonico degli Aidoru prestato anche alla nostra causa  vista la desistenza di Kai, deve fare un paio di miracoli per 
<!–
D(["mb"," permettere all'impianto di funzionare almeno per le due ore del
 concerto. L’entusiasmo e l’emozione che ci trasmettono queste
 persone sono qualcosa che non possiamo spiegare. Ci vorrebbero
 pagine per descriverli uno per uno,una per una. Se sarà possibile
 e se ci vorranno torneremo. Dormiamo da Piero e Francesca a
 Bagheria. Hanno due cagnette bellissime, gli ulivi in giardino e
 la vista sul golfo. Per una notte la loro casa è la nostra. Alle
 falde dell’Etna il circolo ArciStress di Linguaglossa si è
 insediato in una ex caserma dei carabinieri in pieno centro. La
 stanchezza si fa sentire e non faremo un gran concerto, chi
 c’era ci perdoni. Paola, Picchio e la coppia Snowdonia compresi.
 Gli Aidoru invece sono delle macchine: dopo anni di prove, dischi
 e sbattimenti non sbagliano niente.Antonio Scafidi,l’organizzatore
 catanese del tour di Itinerario Festival, al nostro arrivo qualche
 giorno fa ci raccontava della sua infanzia trascorsa a Reggio
 Emilia. Stava in una casetta alla Canalina in una via di fronte al
 campetto. Quel campetto. Glielo diciamo che il suo campetto è
 quello e lui resta basito. Ha passato la sua infanzia esattamente
 nel luogo descritto in Robespierre. Non si riprenderà mai da
 questa carrambata. Domenica 29 maggio salpiamo per Marina di
 Gioiosa Ionica. Il Blue Dahlia è un posto sul mare, un piccolo
 locale dove hanno suonato tutti. Difficile immaginare un set degli
 One Dimensional Man là dentro, ma pare sia successo anche questo.
 Dormiamo sui colli dell’Aspromonte e lunedì mattina rapiamo Mirko
 Abbondanza degli Aidoru che viaggerà con noi per mille chilometri
 a ritroso verso nord. Dodici ore di guida che Daniele si beve
 senza fare una piega. Fine della gita. Il Doblò segna qualcosa
 come 3.170 chilometri per 39 ore di guida complessive in sei
 giorni. Classifica: 1)Carretti: 32 ore – 2)Collini: 4 ore – 3)Kai:
“,1]
);
//–>
permettere all’impianto di funzionare almeno per le due ore del concerto. L’entusiasmo e l’emozione che ci trasmettono queste  persone sono qualcosa che non possiamo spiegare. Ci vorrebbero pagine per descriverli uno per uno,una per una. Se sarà possibile  e se ci vorranno torneremo. Dormiamo da Piero e Francesca a  Bagheria. Hanno due cagnette bellissime, gli ulivi in giardino e  la vista sul golfo. Per una notte la loro casa è la nostra. Alle falde dell’Etna il circolo ArciStress di Linguaglossa si è insediato in una ex caserma dei carabinieri in pieno centro. La  stanchezza si fa sentire e non faremo un gran concerto, chi c’era ci perdoni. Paola, Picchio e la coppia Snowdonia compresi.  Gli Aidoru invece sono delle macchine: dopo anni di prove, dischi  e sbattimenti non sbagliano niente. Antonio Scafidi, l’organizzatore catanese del tour di Itinerario Festival, al nostro arrivo qualche  giorno fa ci raccontava della sua infanzia trascorsa a Reggio  Emilia. Stava in una casetta alla Canalina in una via di fronte al  campetto. Quel campetto. Glielo diciamo che il suo campetto è quello e lui resta basito. Ha passato la sua infanzia esattamente nel luogo descritto in Robespierre. Non si riprenderà mai da questa carrambata. Domenica 29 maggio salpiamo per Marina di Gioiosa Ionica. Il Blue Dahlia è un posto sul mare, un piccolo  locale dove hanno suonato tutti. Difficile immaginare un set degli One Dimensional Man là dentro, ma pare sia successo anche questo. Dormiamo sui colli dell’Aspromonte e lunedì mattina rapiamo Mirko  Abbondanza degli Aidoru che viaggerà con noi per mille chilometri  a ritroso verso nord. Dodici ore di guida che Daniele si beve  senza fare una piega. Fine della gita. Il Doblò segna qualcosa  come 3.170 chilometri per 39 ore di guida complessive in sei  giorni. Classifica: 1)Carretti: 32 ore – 2)Collini: 4 ore – 3)Kai: 
<!–
D(["mb"," 3 ore; 4)Fontanelli: zero ore. Daniele è un camionista mancato.
 Un grazie a Dario, Mirko, Diego e Michele, noti anche come Aidoru:
 da Cesena con furore.

 PS: E’ uscito "Rumore" di Giugno. In copertina hanno messo un
 ritratto di Lenin non proprio a bassa intensità. Non sembra
 nemmeno parente del busto scuro e dimesso che sopravvive a
 Cavriago. Sapete già a quale versione siamo più affezionati.
 All’interno un lungo report/intervista di Andrea Girolami
 realizzato dopo il concerto del Venticinque Aprile e molte
 fotografie di quella giornata.

 Offlaga Disco Pax, tutto il resto è desistenza.

“,0]
);
D([“ce”]);
D([“ms”,”b4d”]
);
//–>
3 ore; 4)Fontanelli: zero ore. Daniele è un camionista mancato.  Un grazie a Dario, Mirko, Diego e Michele, noti anche come Aidoru:  da Cesena con furore.
Offlaga disco pax: tutto il resto è desistenza.

Advertisements
17 commenti
  1. anonimo ha detto:

    Gioiosa: locale piccolo, ma serata indimenticabile.
    Ci si rivede, speriamo, presto!

    Junkpuppet

  2. Enver ha detto:

    quando scendete ancora a Palermo tenetemi un posto in auto, saprò rendermi utile anche se non ho mai girato le manopole di un live mixer in senso corretto

  3. anonimo ha detto:

    E perdonarvi di che… Come, noi volevamo seguirvi anche in Calabria, ma era impossibile!!!
    Parliamo quasi solo di voi dal giorno del concerto ai Mercati…
    Siete riusciti (e solo voi ci siete riusciti da circa un anno)a far ascoltare al Picchio qualcosa che non sia Bugo con mia infinita felicità…
    P.S.
    Dimenticavo…il CD è veramente bello!!!
    Paola

  4. anonimo ha detto:

    Ma per farvi venire a suonare a Napoli dobbiamo firmare una petizione?!
    SleepingCreep

  5. anonimo ha detto:

    per la verità a noi di snowdonia il concerto di linguaglossa è piaciuto moltissimo. Abbiamo anche ascoltato il cd in macchina nel viaggio di ritorno verso casa 🙂 Degli Offlaga mi piace tutto: testi meravigliosi, suoni intriganti e grande presenza sul palco (gli occhi di Max dicono tutto).

    Cinzia – SNowdonia

  6. anonimo ha detto:

    Cinzia, l’ho sempre detto che sei una meraviglia….

    (filippo)
    dj nepo

  7. anonimo ha detto:

    direi che il mio personaggio è descritto decisamente bene… manca la parentesi mattutina sui colli aspromon-tesi after-bluedahila, un saluto caro agli adored aidoru ed a max, enrico e dani (che merita la man-zione don-ore per la guida reg-ord. il sobbillatore reggino-cosentino fab-bio.

  8. anonimo ha detto:

    ops, della settimana!. Bello lo stesso xò!

  9. anonimo ha detto:

    …ma quella cinzia li’ e’ PROPRIO la cinzia la fauci, quella famosa??
    che onore leggerla.
    Cmq anglo’ minga fata a gnir a migliarina, aio avu’ di problema d’ureri…ma (max) a genova ci saro’
    quasi sicuramente e la’ i nostri accenti (il tuo reggiano e il mio bolognese) si incroceranno ancora, ma stavolta in terra neutrale.
    E ora ci tengo troppo a riportare una frase cosi’ bella ma cosi’ bella che ho deciso la faro’ scrivere sulla mia tomba (appartiene a T.S.Elliot., anche se in realta’ la notai sulla copertina di un vecchio CD dei Persiana Jones!!)..

    IN UN MONDO DI FUGGITIVI,
    COLUI CHE VA NELLA DIREZIONE OPPOSTA
    SEMBRA CHE STIA SCAPPANDO.

    massimo (MC5)

  10. anonimo ha detto:

    Ancora non mi sono ripreso dalla delusione del mancato concerto a Napoli, ma oggi in edicola quasi mi veniva un colpo a vedere la copertina di Rumore (http://www.rumoremag.com/161.htm).
    Un abbraccio.
    NRKey (Tommaso)

  11. malvida ha detto:

    prima pagina di Rumore di giugno?
    …questo è un botto!

  12. Ho ricomprato Rumore dopo almeno sei anni…si sa, sono un Mucchiòfilo…

  13. anonimo ha detto:

    vabbe’ che adesso siete diventati famosi… ma Max fammi sapere qualcosa sul video che ti ho dato… anche (e soprattutto…) se non ti piace…

    Comunque sia… i piu’ grandi…
    Un abbraccio a tutti

    Cosimo

  14. anonimo ha detto:

    Ieri sera a Torino (emersione festival) vi ho visti per la prima volta dal vivo e siete davvero eccezionali! Conoscevo già il vostro disco, ma dal vivo… Complimentoni!
    Io tra l’altro sono uno dei Den Van Stanten, il gruppo che ha suonato per primo. Se ascoltate il demo che vi abbiamo dato… fateci sapere che ne pensate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: