Venerdì 7 Ottobre al Teatro Storchi di Modena saliremo sul palco per la centesima volta in poco più di due anni di non desistenza. E’ abbastanza stupefacente che ciò avvenga in un contesto così particolare, invitati a questa serata dai Perturbazione  e in compagnia di artisti come Francesco Bianconi (Baustelle), Emidio Clementi (Massimo Volume/El Muniria)  e Manuel Agnelli in uno spettacolo inventato giorno per giorno, ora per ora (le prove sono domani, speriamo bene va) dai Perturbi con il titolo: "Le città viste dal basso". Non il solito concerto ma brani, musiche e parole a tema, con sorprese e rimescolamenti ancora avvolti nel mistero. Divertenti anche le coincidenze cabalistiche. Abbiamo aperto per Emidio Clementi a Roma un suo reading nell’ottobre di due anni fa (c’erano in cartellone quella sera anche Federico Fiumani e Andrea Chimenti). Era il nostro sesto concerto e capitammo là quasi per caso, grazie a Sasà che sempre più o meno per caso ci aveva già visto ad un altro nostro concerto romano il mese precedente. Fu un passaggio importante per noi, c’era un pubblico folto e competente e nonostante la nostra evidente naivetè fummo accolti con grande rispetto. Era il 25 ottobre del 2003. Il concerto successivo lo tenemmo vicino a casa, al Calamita di Cavriago, il 29 Novembre sempre di due anni fa.  Aprimmo per i Baustelle. Guarda te le coincidenze appunto. Daniele Paletta del Calamita era un po’ dubbioso, non ci conosceva e insomma, farci aprire per loro gli pareva un po’ troppo. Insistemmo parecchio e riuscimmo a convincerlo. Anche quella volta tanta gente e un po’ di attenzione rubacchiata ai sostenitori dell’attrazione principale con un omaggio che pareva anche un bieco stratagemma. Al testo di Robespierre, fatta quasi all’inizio, aggiungemmo nell’elenco la frase: "Le vacanze dell’ottantatre". Sì sì, lo sappiamo: abbiamo la faccia come eccetera eccetera. Vabbè. Bando al reducismo. Circa. Venerdì si inizia alle ore 21,00.  Ingresso gratuito. (Il Teatro Storchi si trova in Largo Garibaldi n°15  a Modena). 

Offlaga Disco Pax.  Chi non viene è un conservante.

21 commenti
  1. ancora devo ascoltare la vostra musica, sono molto curiosa e credo che verro’ al concerto di roma, ma come posso avere altre info???tipo orario, costo….

  2. anonimo ha detto:

    fanciulla di roma,guarda sul sito del circolo degli artisti,e’ molto ben fatto.se vieni ti vendo un ciddi’…

  3. swamipel ha detto:

    ma non c’era anche qualcuno dei subsonica venerdi’ a modena?
    Sw

  4. anonimo ha detto:

    dire “bravi” è perdersi in una banalità, così come dire “originali”.

    mi piace l’idea degli anni ottanta, mi piace l’idea della narrazione e non della canzone, mi piace il vissuto che si trova nei testi che è anche il mio vissuto…….ci ho trovato molto di me.

    Ma sono solo alla terza canzone.

    appoi.

  5. anonimo ha detto:

    Vi ho sentiti ieri su radiofragola (Trieste) e mi avete entusiasmato.

    Mino

  6. anonimo ha detto:

    Grande radio, Radiofragola — un’oasi in quel di TS… Io ho comprato il ciddì al concerto di Modena, quindi mi merito di sapere: qual è, tipo, la discografia degli ODP? Dov’è la Barbara cantata ieri? Ci sarà il banchetto delle memorabilia et collectibles al Corallo?

    PG

  7. anonimo ha detto:

    A proposito di ieri sera, lasciatemelo dire: una scaletta vergognosa…😉

    Scherzi a parte, bravissimi! E finalmente ho capito la frase sul Toblerone in Robespierre!

    RP

  8. anonimo ha detto:

    ascoltarvi a modena è stato entusiasmante e disarmante (e anche molti altri aggettivi che ora non mi vengono in mente) spero di incrociare presto la mia strada sghemba con la vostra. buon proseguimento e non solo. francesca harpo

  9. secondo concerto degli ODP e secondo gadget/feticcio, dopo la cinnamon di Roseto anche il Tatranky a Modena, la vostra testimone di geova del socialismo tascabile è in brodo di giuggiole…
    P.s.: festeggiavo anche il mio decimo concerto dei Perturbati, che mi hanno promesso il bollone sulla raccolta Tamoil…
    grandi comunque tutti, anche se la scaletta era un po’ troppo nordista!
    Manu

  10. anonimo ha detto:

    I.A.C.P. sta per Istituto Autonomo Case Popolari, che ora ha pure cambiato nome e non esiste più con quella SIGLA!

  11. anonimo ha detto:

    Leggo e riporto dal “giornale” Zero11 (di Torino chiaramente) “Non c’è che dire, l’effetto sorpresa sta svanendo….quello che era un pugno alla bocca dello stomaco ora si è trasformato in uno schiaffo forte e preciso…. Gli ODP continuano a portare in giro il loro socialismo tascabile pescando in un immaginario in cui sembra che in molti si rispecchino, visto il pienone che c’+ a ogni concerto”

    Secondo me, il busto di Lenin ha ricominciato a lacrimare, dopo questo articolo.

    A Torino vedete di portare magliette, spille e roba varia!

    Kenny

  12. BarakaMe ha detto:

    l’ unica che per ora ho sentito è Kappler, però mi piacete, non voglio comprare il cd, ma a firenze non ci passate???Celeste

  13. anonimo ha detto:

    per la memorabilia odp bisogna chiedere a chi di dovere.oppure,suvvia,non siete in grado di fabbricarvi una spilletta?le cose hand-made sono ancora piu’ feticcio..uno che si mette li’,strolga un’idea e cerca di realizzarla con forbici carta e colla.
    poi io gia faccio fatica a tenere i conti dei ciddi’,se ci mettiamo anche spille e maglie mi ci vuole un’assistente fissa(quella che c’e’ ora e’ ancora in prova..eh eh eh)!
    al teatro di modena non c’erano subsonici..dovevano partecipare ma non ne ho visti.troppi impegni,immagino.ci mancavano solo loro..

  14. anonimo ha detto:

    Moderata fantasia, appassionata dell’hand-made…., discreta capacita’ nel preparare il caffe’ e tanta buona volonta’.
    Offresi come assistente, segretaria tutto fare, porta borse o quant altro…
    per L’Offlaga questo ed altro!

  15. anonimo ha detto:

    A Modena come è andata? Voi, Manuel, Emidio ecc.ecc., perchè fate ste figate solo lì…? Ci dovevano essere i Subsonica? A fare che?

    Per le spille ho la soluzione: Si compra quell’affare che promuove DJ Francesco (aggeggio di cui non ricordo il nome) e prima del concerto ci mettiamo lì e le facciamo. Ok? Approvato?

    ciao! Kenny!

  16. vi aspetto su rocktime
    sicuramente organizzeremo qualcosa di buono insieme
    buon concertone
    stef

  17. anonimo ha detto:

    Cari Compagni Offlaga….vi aspetto a Roma…il momento si avvicina…finalmente!
    dopo “l’ aperitivo” di arezzo di nuovo un vostro concerto…e sarà un grande evento!!
    Roma vi aspetta!!!

    altro che desistenza…!

    ^_^

    saluti

    polosky

  18. anonimo ha detto:

    ero allo storchi a vedervi, grandiosi, ci sarò anche al corallo, ma per favore, non andate più al caffè concerto, il caffè concerto i piazza grande no!

  19. anonimo ha detto:

    max… venerdì ci hai appestati tutti, ma Castelvetro c’era. come sempre.
    Castelvetro uber alles

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: