archivio

Archivio mensile:maggio 2006


I due concerti alla Casa 139 di Milano Venerdì 2 Giugno e Sabato 3 Giugno saranno un po’ speciali. Con noi sul palco avremo un ospite che si materializzerà direttamente da Cavriago per qualche brano in entrambe le serate, visto che siamo riusciti a rapire Jukka Reverberi agli impegni coi suoi Giardini di Mirò per i nostri ultimi giorni di primavera al coperto. Non abbiamo idea di cosa ne verrà fuori, ma ci stiamo attrezzando. Ringraziamo fin da ora Jukka per avere accettato di teletrasportarsi fino a noi. Alla Casa 139 (che si trova appunto in via Ripamonti 139) abbiamo poi allestito la mostra dei lavori grafici del gruppo – locandine, manifesti e altra varia propaganda – lavori realizzati da Enrico che ne cura personalmente anche l’esposizione. La mostra dovrebbe essere aperta al pubblico già nelle sere precedenti ai concerti. Tra gli imprevisti che stiamo organizzando anche i Dj set, che saranno preparati da noialtri su misura. Vi consigliamo di prenotare l’ingresso alla Casa 139 a questo indirizzo: www.lacasa139.com/prenotazioni.htm. Nella mail specificate bene a quale delle due serate volete partecipare e il nome del gruppo, il vostro nome e cognome e il numero di persone che intendete portare con voi (la prenotazione non è vincolante e non prevede alcun sovrapprezzo). Ricordatevi che alla Casa 139 si entra con tessera Arci, tessera che si può fare anche all’ingresso del locale. Se vi portate la vostra dietro evitate la spesa: basta quella di un qualunque circolo Arci. L’ingresso costa 8 euri e la serata inizia dalle 21,30 circa.
Chi non viene è un indugiante.

Offlaga Disco Pax: Pyongyang era Disneyland, al confronto.

Reggiolo, in provincia di Reggio Emilia nella bassa verso il Po, è la patria di Carletto Ancelotti e sede della festa Provinciale di Liberazione organizzata dai giovani di Rifondazione Comunista dove venerdì 26 Maggio si terrà il nostro concerto. La festa è nel Parco dei Salici (zona sportiva): se prendete l’autostrada del Brennero uscite a Reggiolo/Rolo. Inizio spettacolo ore 22,00. Qui trovate altri dettagli: http://digilander.libero.it/festaprotesta/ e l’ingresso è rigorosamente libero. Sabato 27 Maggio traslochiamo di nuovo in Friuli dove stavolta ci ospita la Festa de l’Unità di Manzano, in provincia di Udine. La festa dovrebbe avere sede presso il Parco Elso Sartori in via della Roggia. Inizio ore 22,00 con entrata libera e ci si vede là. Vi ricordiamo inoltre che potete prenotare l’ingresso alla Casa 139 di Milano per il doppio concerto del due e tre Giugno prossimi collegandovi all’indirizzo  www.lacasa139.com/prenotazioni.htm.    Specificate nella mail a quale delle due date volete partecipare e il nome del gruppo, oltre al vostro nome e cognome e il numero di persone che intendete portare con voi (la prenotazione non prevede alcun sovrapprezzo e non è vincolante).                     Chi non viene è un carboidrato.

Offlaga Disco Pax. Costantino Kavafis, ora pro nobis.

Finisce il mese di Fiorile e in attesa della mietitura andiamo a Cisano Bergamasco (BG) Venerdì 19 Maggio dove si tiene da qualche anno il Senza Far Rumore Festival, benemerita quattro giorni di musica indipendente e sovrana con motivazioni anche sociali. Il festival si tiene nell’area feste del centro sportivo di Cisano ed è ospitato in una struttura coperta per cui si beve e si suona anche in caso di pioggia. Nella stessa serata prima di noi i Dilaila. Ingresso libero e notizie su  www.senzafarrumore.org adeguatamente approfondite. Sabato 20 Maggio traslochiamo a Torino dove ci esibiremo al "El Barrio". Il centro El Barrio si trova nello storico quartiere operaio della Falchera in Strada Cuorgnè n° 81 e prima del nostro concerto verrà presentato il video documentario "Cittadine Europee", preceduto dalle musiche dal vivo dei La Deira Do Pelourinho. Il video (durata 12 minuti) si occupa dello sfruttamento sessuale delle donne provenienti dai paesi che stanno entrando nell’ U.E. Su www.elbarrio.it ci sono puntuali informazioni sul tema. Inizio della serata ore 21,30 e ingresso libero. Chi non viene è un Aidons la Norvège.                    ———————————————————                      MILANO. LA CASA 139. Stiamo approntando il doppio concerto alla Casa 139 di Venerdì 2 e Sabato 3 Giugno dove vi aspetta qualche piccola sorpresa. Tra esse l’allestimento della mostra del catalogo grafico del gruppo – locandine, manifesti, libretti, cose così – curata personalmente da Enrico che da sempre è l’autore e realizzatore di questo aspetto importantissimo del nostro progetto. Troverete esposti in mostra anche degli antichi reperti provenienti dall’archivio segreto del Socialismo Tascabile e che difficilmente avrete incrociato altrove. Oltre alla mostra presso il circolo milanese che occuperemo militarmente per un fine settimana vi attendono, se ci riusciamo: Dj set su misura, scalette più o meno insolite, libretti vintage, ospiti ipotetici e riprese varie ed eventuali. Insomma, chi non viene è un saprofita. Consigliamo caldamente di prenotare a questo indirizzo: www.lacasa139.com/prenotazioni.htm l’ingresso ai concerti e nella mail specificate per bene a quale delle due date volete partecipare e il nome del gruppo, oltre al vostro nome e cognome e il numero di persone che intendete portare con voi (la prenotazione non prevede alcun sovrapprezzo). 

Offlaga Disco Pax.  Dio ne scampi dagli Orsenigo.

Recuperiamo Venerdì 12 Maggio la serata all’Onirica di Parma prevista un mese fa e poi rinviata. Il circolo Arci Onirica è a Parma all’interno dell’area "Ex Salamini" in piazza Lunardi 25/a, area che si trova sulla via Emilia (S.S. n° 9) dalla parte est della città (quella verso Reggio), nel quartiere San Lazzaro. Entrate nell’area industriale dismessa e ora riutilizzata da varie attività terziarie, andate verso il fondo e troverete il piazzale dove ha sede l’Onirica. Inizio previsto alle ore 22,00, ingresso libero e altre informazioni presso questo indirizzo: info@arciparma.org. Sabato 13 Maggio invece estrema Romagna a Rimini, dove torniamo al Velvet dopo il notturnissimo passaggio al Tora Tora di fine estate 2005. Ha accettato il nostro invito ad aprire la serata Paolo Benvegnù, che ringraziamo fin da ora per la generosa disponibilità. Paolo si esibirà in un set voce e chitarra e poi chissà. Inizio concerto ore 22,30 circa e su www.velvet.it trovate altre indicazioni.
Chi non viene è un Rosso Antico.
——————————————————–
NAPOLI. Il Cinema Modernissimo è proprio una multisala in pieno centro con un palchetto quasi per caso sotto lo schermo a noi deputato e gente venuta anche da fuori a vederci. Un luogo un po’ diverso dal solito ma attrezzato quanto basta. La prima volta a Napoli si risolve al meglio tra colpi di tosse, battute estemporanee e sorprendenti presenze granata tra le poltroncine dei trecento comodi avventori. Tra essi un sedicente "notaio punk", definizione che da sola valeva il viaggio. Grazie a Velia e a tutto lo staff che ha fortemente creduto nella nostra discesa campana. Ci accompagna in un’altra lunga trasferta Matteo CutterWine, per tre giorni in vacanza ad Offlaga e assai lontano dalla sua Londra quotidiana. FIRENZE. Flog. Serata a tema filosovietico studiata dall’organizzazione e falci, martelli e cose così ovunque. Aiuto. Per l’occasione si presentano quelli del Resto del Cremlino. Il ritorno alla Flog a due anni dal Rock Contest è da brividi ma Enrico Romero è imperturbabile: deve averne viste di ogni da queste parti. Anche qui teste quadre in trasferta. Non siamo abituati ai reggiani altrove. Ermini assente, resto del mondo in miniatura all’Auditorium. FIORENZUOLA. Il Venticinque Aprile lo suoniamo davanti a una chiesa. Sul selciato piove tanto e non sembra possibile scamparla, invece smette e alla sera il primo concerto all’aperto dell’anno pari ha inizio. Un saluto e un arrivederci ai giovani partigiani dell’Anpi piacentina. ANCONA. Thermos. Ci piace il giovedì indiano di questo posto e la certezza che il Pescia c’è anche quando la luce del palco ci abbandona a suonare nell’ombra. Poi nell’ombra ci grattano il manifesto della Centrale, ma è un’altra storia. Aurelio Laloni e il suo compare allietano i convenuti prima del nostro turno. Sarà che ad Ancona c’è il mare, ma il Thermos ha davvero un suo perchè. BARI. Zenzero. La prima pugliese del Socialismo Tascabile non poteva avere posto migliore per il suo debutto, con la folla delle grandi occasioni vispa oltre ogni immaginazione. La gente inneggia al senatore Marini (di sua sponte) e ancora di più alla punta Perotti demolita senza rimpianto alcuno. Viviana e Nepo regalano gioia ulteriore. Ritornare in Puglia è urgente. TERNI. Villa Centro di Palmetta. In su per i colli alle porte della città umbra ci aspetta questa saletta valorosa, dentro ad un piccolo centro sociale che solleva anche solo per il fatto di esistere. L’instancabile Diego ci guida in una città che non conosce tra ostello, villetta e varie infrastrutture viabilistiche almeno all’apparenza ben amministrate. Prima di noi sul pavimento i Cpt. Nice, che speriamo di ritrovare presto in giro. Primo Maggio a casetta. NOTA DI COLORE. Vi informiamo che alla guida del Doblò durante i viaggi sopradescritti ha dato prova delle sue capacità perfino il fonico Marco "Kai" Aicardi. Olè.

Offlaga Disco Pax. Harilaos Florakis, ora pro nobis.  

Stasera, martedì 9 Maggio, siamo a Modena alla sala Off del Mr.Muzik per la rassegna "Storie di (stra)ordinaria scrittura". Pare che sia il centonovesimo concerto da quando è uscito il disco. Verificheremo. Oltre a noi sul palco anche Ugo Cornia, che leggerà testi da lui stesso selezionati. La serata inizierà alle ore 21,00 circa e l’ingresso è libero. Il Mr.Muzik si trova in via Morandi n° 71, laterale di via Divisione Aqui (zona Questura, Palazzetto dello sport, centro commerciale Portali). Altre e decisamente più precise indicazioni stradali nei commenti del post precedente. La settimana regionale prosegue poi Venerdì 12 Maggio a Parma all’Onirica e Sabato 13 Maggio a Rimini al Velvet (assieme a Paolo Benvegnù). Chi non viene è un calorifero.

Offlaga Disco Pax. Krték non c’è…       

Isole comprese. Cagliari, già visitata agli albori dell’epopea offlagica nell’anno pari duemilaquattro all’altezza del diciottesimo concerto, prevede il nostro ritorno al Transilvania per Giovedì 4 Maggio. Il luogo deputato è in via Contivecchi n° 4, una laterale di viale Monastir (circa nella zona del porto). Prima di noi suoneranno i Pulvinar e inizio della serata plausibilmente intorno alle ore 22,00. Di più non sappiamo, ma abbiamo fede nelle magnifiche sorti e progressive della terra di Gramsci. Sabato 6 Maggio sarà la volta di Bassano del Grappa (Vicenza) dove il club La Gabbia si trova presso il centro commerciale OK sulla Strada Statale Valsugana, uscita Pove. Prima di noi  tocca a Il Teatro degli Orrori e inizio spettacoli alle ore 22,00 o giù di lì. L’indirizzo www.lagabbiamusicclub.com può venire in soccorso. Chi non viene è un Abdujaparov.
————————————————————-
MANIFESTO. Ad Ancona al Thermos, dopo una splendida serata un ammiratore troppo feticista ha staccato dal palco il manifesto che da qualche mese esponiamo ai concerti con grande fierezza e se lo è portato a casetta sua. E’ il manifesto contro la centrale del turbogas di Offlaga che ci hanno regalato a Bergamo a gennaio. Per favore chi lo ha preso si neosensibilizzi e lo riporti al locale, consegnandolo al buon Federico Pesciarelli che ce lo farà riavere. Sperando che non se lo rivenda su ebay… Adeguata ricompensa in Tatranky freschi per chi ci aiuta nel ritrovare l’oggetto asportato. Riabilitazione garantita se il reo confesso restituisce di sua sponte. Si vede che libretti, dolcetti e cinnamon in regalo ogni volta non vi bastano più. Ah, se qualcuno ha notizie di Krtèk, noi non ne sappiamo più nulla dal concerto a Bologna al TPO.

Offlaga Disco Pax. Iannis Xenakis, ora pro nobis.