odp_139 

"Piazze piene, urne vuote" (Pietro Nenni). Giovedì 17 Aprile saremo di nuovo a Roma al Circolo degli Artisti per riproporre a chi non è riuscito ad entrare l’otto marzo scorso il nostro concerto di presentazione di "Bachelite". Il Circolo si trova in via della Casilina Vecchia n° 42, le porte saranno aperte dalle ore 21,00 e prima di noi sul palco ci saranno Uochi Toki. Ne sentirete delle belle. Per entrare escono 10 euri e tutte le notizie aggiornate su prevendita e orari qui: www.circoloartisti.it. Sabato 19 Aprile toccherà invece a Modena. I nostri vicini di Secchia ci attendono al circolo Arci "Vibra", in via IV Novembre n° 40 intorno alle 22,00 circa. Seguirà il set di Dj Donut e si pagano 8 euri. Cartine geografiche e altri merletti: www.vibra.tv.        Chi non viene è un fosburista.

Offlaga Disco Pax. Teste Quadre. Ossa Rotte.

Annunci
54 commenti
  1. anonimo ha detto:

    Mercoledì 16, primo giorno in cui riesco a parlare, ad aprirmi..provo a capire..anche se cercare gli errori non mi porterà lontano..esco dal mio mondo di riflessioni post-apocalittiche..metto su “Bachelite” e mi riconcilio con l’assoluto.

    grazie.

    M a c i s t e C o n t r o T u t t i
    da Palermo, Sicilia
    dove il PdL prende il 39% e la Sinistra Arcobaleno il 2,6 %

  2. anonimo ha detto:

    Bellissimo il manifesto, chi è l’autore?

  3. anonimo ha detto:

    Tutte le grafiche degli ODP sono da sempre curate da Enrico. (max)

  4. anonimo ha detto:

    ciao, oggi sul Resto del Carlino nazionale, c’era un articolo che parlava di Cavriago e del padre del chittarista Jukka Reverberi(Jones Reverberi); sempre rigaurdante la crisi della sinistra arcobaleno.
    -Tom-

  5. anonimo ha detto:

    Grazie max per la risposta! E bravissimo a Enrico!

  6. anonimo ha detto:

    roma – presente

  7. anonimo ha detto:

    ….anche perche’ non so saltare col fosbury…

  8. anonimo ha detto:

    chi è che diceva che gli offlaga non rispondono e se la tirano????

  9. anonimo ha detto:

    La Sinistra Arcobaleno… compagni che sbagliano! E sbagliano di grosso.
    Complimenti anche agli amici della sinistra democratica: proprio furbi.
    Complimenti infine a Secondo Zani, detto Mauro, ed al suo cazzo di voto disgiunto. 40 anni di politica buttati nel cesso!

    Giancarlo Pajetta

  10. anonimo ha detto:

    E complimenti a chi candida Calearo, aggiungerei.

  11. anonimo ha detto:

    continiuamo così, facciamoci del male…
    orwell00

  12. anonimo ha detto:

    Complimenti soprattutto a chi si astiene

    M a c i s t e C o n t r o T u t t i

  13. anonimo ha detto:

    Meglio Calearo di Bossi, Berlusconi e Ciarrapico.
    Estremisti dei miei cojoni!

  14. lExLex ha detto:

    Se il mio amico non mi pacca, sabato sono presente. Ne approfitterei per acquistare i vostri cd, e farmeli autografare.

    Chi di voi non lo farà è un federalista.

  15. Bella serata, finalmente dopo aver perso il tour di ST e il 1° concerto di Bachelite je l’ho fatta.

    Coraggiosa la scelta di una Robespierre rallentata che forse risulta meno trascinante ma acquista un’aurea più intimista.

    Grazie per i Tatranky

    PS: ho letto che le ipotesi sui famosi personaggi di Lungimirante vedono Ligabue in pole per il ruolo di fonico (e ci sta tutto) mentre Capossela potrebbe essere il cantautore…ma Carboni no?

  16. anonimo ha detto:

    ieri ho anche preso il tatranky, e ho detto tutto!!
    comunque, qualche pezzo in più di ‘Socialismo Tascabile’ non avrebbe guastato…

    Emanuele

  17. anonimo ha detto:

    Emanuele non è che il tuo cognome inizia per C.?

  18. Luka1975 ha detto:

    Grazie per la serata di ieri sera al Circolo.. Stupenda.. Ci siamo anche divisi un tatranky in 3.. Squisito..

  19. anonimo ha detto:

    @ utente #17: no, il mio cognome non inizia per C.

    @ Luka1975: il Tatranky che ho preso io scadeva l’anno scorso, hai controllato il tuo?

    Emanuele

  20. anonimo ha detto:

    povero Pajetta, che mostri democratici hai creato.
    bello, meno Binetti/Calearo/prefetti e generali cosi’ forse prendevi anche i voti restanti della sinistra. cojo’

  21. anonimo ha detto:

    il Fonico di lungimiranza è sicuramente Ligabue…sul cantautore sinceramente non ho ipotesi..

    M a c i s t e C o n t r o T u t t i

  22. anonimo ha detto:

    Bella roba ha creato la sinistra antagonista: Caruso, Luxuria, i sindacalisti che non difendono più i lavoratori, Pecoraro Scanio (l’uomo dei no!).
    Il comunismo è finito con il PCI. Dopo di che ci sono stati solo radical chic (vedasi quel mostro di Bertinotti) che hanno affossato l’idea (e gli ideali) della sinistra.
    Sveglia pulcini!

    Ma ogni 3X4 qualcuno deve scrivere sui personaggi della canzone “Lungimiranza”?
    Ligabue il fonico.
    Capossela (che è modenese pure lui, di Ravarino) il cantautore.

    G.P.

  23. era la terza volta che vi vedevo..ed è stato nettamente il miglior concerto..

  24. anonimo ha detto:

    Leggere alcuni commenti su questo blog fa venire i brividi. La sinistra antagonista, già. Qui qualcuno si aspetta di non sentire frasi dettate da ignoranza estrema come queste. E sbaglia.
    La vera tragedia di questo Governo non è Berlusconi ancora al vertice, ma la sinistra fuori dal Parlamento. E il mostro, come tu dici, era uno dei pochi grazie ai quali la sinistra viveva e operava concretamente nella politica legislativa del nostro Paese. Mi piacerebbe un giorno smettere di sentire sciocchezze immonde come le colpe della sinistra su indulto, frammentazioni interne, tasse e quant’altro. Lasciando perdere i commenti su esponenti come Luxuria. Ce ne fossero.
    Ma mica per chissà cosa, eh. Giusto perchè ci si aspetterebbe che chi ne parla ne avesse un’idea vagamente meglio articolata di quella basata su un paio di editoriali di libero letti. Ecco tutto.
    Se volevate un governo compatto, non scisso su tematiche sociali, politiche interne ed estere, su diritto del lavoro, finanziaria e tutto il resto, eccovi accontentati. Potevate capirlo prima, che preferivate il pragmatismo alle idee. Che volevate uno schieramento unito per la garanzia della poltrona. Non c’era bisogno che votaste il penultimo governo, che aveva il consenso di tutta, proprio tutta, la sinistra parlamentare. Cosa che, giusto per chi non lo sapesse, non succedeva dai tempi del dopo guerra.
    Ma meglio tardi che mai. Potete dormire sogni tranquilli, adesso. Non ci saranno più questi problemi. Grandi intese dentro e tra i due meravigliosi schieramenti. Stabilità, finalmente tutti d’accordo. Niente più simboli scomodi, niente più vecchi stereotipi pieni di muffa come lotta di classe, proprietà pubblica, Stato assistenziale e sociale. Ora si, che siamo moderni e proiettati verso il futuro. Sensibilmente, uniti.

  25. anonimo ha detto:

    No! Il dibattito no!

    Ciao, ciao.

    STAKANOV

  26. anonimo ha detto:

    Il partito risulta non pervenuto…

    M a c i s t e C o n t r o T u t t i

  27. anonimo ha detto:

    ogni tanto qualcuno scrive cose intelligenti

  28. anonimo ha detto:

    Mi correggo: Bertinotti era solo la testa del mostro.
    Sti qua della sinistra radicale hanno stancato l’Italia, così il buon Walter ha dovuto fare l’alleanza con Di Pietro. Ed ora abbiamo un centrosinistra riformista all’opposizione ed i nostalgici a leccarsi le ferite nelle loro puzzolenti ed anguste sedi. In questi mesi me li vedo già: cominceranno a frazionarsi in mille sigle e partitini, a parlare di rivoluzione, opposizione dura, a scendere nelle piazze…
    Il PCI, fin che è esistito, era molto più riformista della ‘sinistra arcobaleno’. Questa è gente senz’arte nè parte, che usa slogan degli extraparlamentari degli anni ’70, molto spesso non è mai stata in fabbrica (come mai gli operai hanno votato in massa il Berlusca e la Lega?!? Ve lo siete chiesti?) e non ha mai capito quali istanze provengono dai cittadini, soprattutto quelli che – fino all’altro giorno – s’arrogavano di rappresentare.
    In compenso i neo comunisti parlano ancora di Marx, Che Guevara (buono giusto per le canzoni di Guccini e qualche altro nostalgico cantautore), lotta di classe (già considerata superata dagli storici e dai sociologi all’inizio del secolo scorso).
    Ora abbiamo un governo che, come ha detto Tonino Di Pietro, instaurerà una dittatura soft, una sinistra radicale extraparlamentare ed un PD che deve dimostrare se è solo un cartello elettorale oppure la grande forza politica, innovativa, che Veltroni ha cercato di ‘venderci’ in campagna elettorale.

    Il resto è solo retorica. Piccoli bolscevichi del 2008.

    Giancarlo Pajetta (lui si un vero comunista!)

  29. anonimo ha detto:

    “VASTO (Chieti)
    Piazza Brigata Majella”

    Max, ma sei sicuro che sia a Vasto? Dove sta la piazza? Per la cittadina il vostro arrivo sarebbe un evento!

  30. anonimo ha detto:

    sempre meglio Guccini che DiPietro

    M a c i s t e C o n t r o T u t t i

  31. anonimo ha detto:

    Dopo il bis del circolo(fantastica soprattutto la data gessata del 18), ora vi aspettiamo a Vasto per la Liberazione…musicale almeno, visto che ormai ‘ste cose da comunisti sembrano non interessare più di tanto ormai, a volte addirittura le hanno definite noiose:roba da attacco di panico!!
    (…ma cosa stiamo facendo…?

  32. anonimo ha detto:

    (più o meno l’anno scorso)

    Con una solenne cerimonia l’Amministrazione Comunale di Vasto ha onorato i partigiani della Brigata Maiella intitolando loro una piazza della Città. La cerimonia, organizzata in occasione della festa del 25 aprile, ha fatto registrare la presenza di molti sindaci del comprensorio Vastese e dei labari di sei Comuni della zona. Il corteo si è mosso da piazza Barbacani ed ha raggiunto la nuova piazza, quella prospiciente via Crispi, dietro il Teatro Comunale Rosetti, dove ha avuto luogo la cerimonia ufficiale alla quale hanno presenziato alcuni figli di partigiani della Brigata Maiella…..

    dj nepo

  33. anonimo ha detto:

    e meno male che il 18 al circolo c’era matteo-il-tavolino-umano col suo vinile di socialismo tascabile appena acquistato! grazie ignoto gentleman dal sorriso discreto! 😛
    la Dora

  34. anonimo ha detto:

    Max, ma che ti sei fatto al braccio?

    Lucia

  35. anonimo ha detto:

    Tra la nuova retorica e la vecchia sempre di retorica si parla, per affetto si preferisce quella vecchia. Se il nuovo spirito politico passa per uno che si firma Giancarlo Pajetta siamo messi bene.
    Il passato comunista che fa sempre figo, per via delle radici forti, ed il presente nuovista..che fa molto 2008. Poi di politica non se ne parla, due o tre robe da editoriale di un qualsiasi grosso giornale e via. Di politica se ne parla tutti, solo che di politica se ne parla mai.
    Ma visto che il segretario del Pd vende il nuovo, aspettiamoci inedite alleanze con l’UDC al sol grido di riformismo. Oggi le parole cambiano di significato, la politica pure.
    Manca solo la politica seria. E Giancarlo di questo non parlerà, a lui interessa il riformismo, la novità, le liste dei coscritti, una grande forza politica, il si può fare. La forma su tutto, per la sostanza verrà il tempo.

  36. anonimo ha detto:

    Non è che il vero Giancarlo Pajetta si sta rivoltando nella tomba?

  37. anonimo ha detto:

    cestà naregazzetta umpò burina che viè darpaese che ancertomomento semette allavorà effà asegretara denavecchia rompicoiioni che fà ergiornalino dedorceggabbiana che ie chiede lecose teribbili cuasi impossibbili tipo vamme appià ercaffècorettoarvetrointazzagrannetiepidocollaschiumadecaffeinatoristretto
    allora staregazzetta allinizzio nunceriesce perché viè darpaese burino mappoi no perché sempara enfatti poi alla vecchia ieporta nafetta deculo taiiata vicino allosso eppoi butta ivestiti de upim essecompra cuelli dezzara eddiventa fotomodella solo che poi scopre che ermonno daamoda è ummonno teribbile spietatissimio pieno deggente teribbili oribbili senzia scruppoli masoprattutto colle chiappe chiaccherate.

    accarnevale micuggino sevestiva da standa.

  38. anonimo ha detto:

    #38: ti rosica, eh? Ma quanto ti risica?!?

    Pajetta era un comunista tutto d’un pezzo (coerente, deciso, grande affabulatore) , forse un pò troppo conservatore, come conservatore – in alcune sue espressioni – era il PCI.
    Resta il fatto che quelli che oggi vogliono ancora giocare ai comunisti non sono considerati neppure dalla cosiddetta classe operaia. Si limitano a parlarsi addosso, a dire le solite 4 fregnacce, qualche pugno chiuso, Che Guevara e poco altro.
    La gente invece, chiede risposte serie, concrete, immediate. Spesso queste mal si conciliano con la politica attuale, così bene incarnata dal buffone d’Arcore.
    Sicuramente l’esperienza messa in piedi da Uolter deve ancora dimostrare moltissimo ma si è già dimostrata volano d’aggregazione, innovazione e coinvolgimento (il PD ha reso partecipi i giovani come non si vedeva da anni, questo è un dato di fatto).

    Voi comunistelli rosicate, tanto – soprattutto in Emilia – chi comanda e governa non siete nè mai sarete voi.

  39. anonimo ha detto:

    Pajetta sei patetico quasi quanto la Sinistra e l’Arcobaleno!

    Salutaci la Binetti e okkio al cilicio!

    dante

  40. anonimo ha detto:

    “(più o meno l’anno scorso)

    Con una solenne cerimonia l’Amministrazione Comunale di Vasto ha onorato i partigiani della Brigata Maiella intitolando loro una piazza della Città. La cerimonia, organizzata in occasione della festa del 25 aprile, ha fatto registrare la presenza di molti sindaci del comprensorio Vastese e dei labari di sei Comuni della zona. Il corteo si è mosso da piazza Barbacani ed ha raggiunto la nuova piazza, quella prospiciente via Crispi, dietro il Teatro Comunale Rosetti, dove ha avuto luogo la cerimonia ufficiale alla quale hanno presenziato alcuni figli di partigiani della Brigata Maiella…..

    dj nepo”

    Grazie compagno per avermi aggiornato sulla toponomastica.

    Ma si ppure tu di lu vast?
    (Sei di Vasto anche tu?)

  41. anonimo ha detto:

    Pirla meglio conosciuto come Pajetta, sei contento ad aver vinto le elezioni con un risultato straordinario?
    Nei prossimi cinque anni di governo potrete sperimentare il “si può fare” nel governo.
    Avevate ragione voi. Avete vinto le elezioni.
    Vi manca di conquistare Roma, dopo chi vi fermerà più? Chi riuscirà a mettere in discussione Walter il magnifico?

    Ps= rosicare è una condizione che lascioamo agli immaturi. Io mi considero non felice. Ma se tu hai di che gioire fai pure.
    l’anticomunismo di ritorno è sempre il più folkloristico. Tu ne sei un esempio egregio.
    Un pò con le pezze ar culo e la memoria corta. Pensa che il tuo uolter e gli amici sua ci han mangiato e fatto carriera con 4 fregnacce, qualche pugno chiuso, Che Guevara e poco altro. Mo adesso je tocca de vincere n’elezione nazionale pe esse il più furbo.

  42. anonimo ha detto:

    vedendo quella linea rossa nel volantino, che divide la piantina della città così facile da riconoscere… perché la maggior parte degli edifici segnalati sta tutta in basso mentre Berlino Nord è quasi vuota?

  43. anonimo ha detto:

    Ammazza quanti ‘veri’ antifascisti…
    Si vede che non conoscente la storia. A partire da quella del PCI e delle amministrazioni rosse.
    Gente tosta, che resiste, lotta e produce (e qualche volta sbaglia pure, certo!).
    Mica voi quaquaraqua, che non votate o, nel migliore dei casi, votate la sinistra arcobaleno.
    Il 25 andate in piazza con Beppe Grillo, stronzetti!

    Comunque più che rosicare state avendo proprio un travaso di bile.
    Poracci, a 20 anni siete messi già così male…

    Giancarlo Pajetta

  44. bigmac ha detto:

    Gli Offlaga a Vasto!!?!?!

    Nooooooooooooooooo gli ho persi!

    E chi se lo aspettava…

    Magari questa Estate…

  45. anonimo ha detto:

    Con te se deve esse anticojoni.
    Giancà, ma de che parli? De niente come sempre!
    Pensa a vince le elezioni con gli amici tua generali, industriali e preti. Invece de sparò cazzate.

  46. anonimo ha detto:

    #49 stattene a Roma e vota Alemanno: cojone ignorante!

  47. anonimo ha detto:

    “Li ho persi” e non “Gli ho persi”.
    Ohibò.

  48. …complimenti per la locandina… bellissima! ogni riferimento a fatti e canzoni è puramente NON casuale 😉

  49. anonimo ha detto:

    grandi offlaga vi ho sentiti a vasto..la cosa incredibilee che non ci fate sentire soli con le vostre musiche e parole… grazie

  50. anonimo ha detto:

    si a vasto il 25 aprile mentre molti ignoravano la cosa…. è stato bellissimo, intenso. ne hanno fatte tante, compresa enver.. non ho mai amatoun gruppo così, ma non in maniera adolecenziale (anzi si un pò… soprattutto per la parte malinconica della cosa).. in una manera “consapevole”… di intesa. non parlo molto, non mi espirmo, non canto quando ascolto una canzone, non sono brava nelle relazioni umane, tendo a schermarmi in ogni situazione, ma quando sento gli offlaga mi viene un furbo sorriso istantaneo e il tempo dell’ascolto mi riempie. bravissimi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: