Sabato 24 Maggio a Reggio Emilia c’è la Notte Bianca e due ODP su tre contribuiscono agli eventi. Enrico Fontanelli terrà un Dj set alle 21,30 presso "Interno B197" in Stradone del Vescovado (dietro al Duomo) mentre i Magpie di Daniele Carretti si esibiranno poco dopo mezzanotte sul sagrato della Chiesa di San Pietro, in via Emilia San Pietro di fronte ai portici. Per saperne di più collegatevi qui: www.comune.re.it/nottebianca.

Vi informiamo che è in fase di realizzazione un documentario sugli Offlaga Disco Pax per iniziativa del regista Pierr Nosari. Pierr ha seguito a partire dalla primavera del 2007 il percorso che ha portato alla realizzazione di Bachelite riprendendo il gruppo in sala prove, dal vivo, in studio di registrazione e altre situazioni. In attesa di ulteriori sviluppi potete già vederne un piccolo anticipo consultando www.lasocietasintetica.com.

Offlaga Disco Pax. Paolo Spriano, ora pro nobis. 

Annunci
17 commenti
  1. qwe ha detto:

    è un po’ che una radio romana comincia a regalarci i vostri pezzi…
    una bella scoperta davvero!

  2. anonimo ha detto:

    Pure in un documentario. Bene così!

    E Carretti che fa nella notte bianca reggiana?

    Comunque, in molte città, tutti i sabato notte sono bianchi. Bianchi come la neve. Bianchi come la coca!

  3. anonimo ha detto:

    Ragazzi, credo che il link del documentario sia sbagliato perchè non apre nessuna pagina! non è che vi hanno già boicottato quelli della polizia postale?!

    Saluti dalla Spagna

    Oblivio

  4. anonimo ha detto:

    complimenti per il progetto del video, ho guardato il demo… trovo che le scelte del regista denotino una grande pulizia formale e un’attenzione all’immagine che non ha sbavature: misurato, anche un pò romantico. a momenti ipnotico ma credo che sia anche per l’effetto delle musiche. molto belle le sfumature, le transizioni, le sfocature, le inquadratoure. lo trovo equilibrato. si evince una idea abbastana precisa di esaltazione dell’aspetto processuale del fare un disco, del fare musica. beh…scusate la logorrea: mi sfgo così. potrei scriverne per ore quindi ora la smetto… e ribadisco: sotengo con il mio pensiero e i miei ripetuti ascolti l’iniziativa.. godo ancora e sempre della vostra musica.. vi cercherò nelle piazze italiane (il cane sarik)

  5. anonimo ha detto:

    bello il video, speriamo che esca presto il documentario. Adesso posso distinguere anche le voci di daniele e enrico. ganzo.
    ricK

  6. Ve lo devo dire:
    Musica come la vostra l’ho sempre aspettata.
    Ritrovo emozioni e pensieri della mia generazione e di gente particolare in quella generazione.
    Ieri, credetemi, ascoltando per la prima volta “venti minuti” ho pianto.
    Ciao

  7. anonimo ha detto:

    Chissà perchè siamo gelosi delle cose belle poco conosciute dal mondo, come se fossero solo nostre e che il resto del mondo potesse rovinarle e intaccarle. Da un lato le “riveliamo” con orgoglio alle persone che riteniamo degne di riceverle, nel portare avanti la missione di diffondere il verbo che potrebbe cambiare almeno in piccola parte questo mondo che così poco ci piace, e dall’altro ci infastidisce che tutto questo diventi a beneficio delle masse.
    Così se qualche tempo fa avessi incrociato una macchina ad un incrocio e avessi sentito le note di enver o di robespierre uscire da quel finestrino per entrare nel mio così inaspettatamente, lo stupore e l’emozione si sarebbero impadronite di me, come se avessi appena incontrato uno del mio paesello in posto incredibilmente lontano e mi fossi fermato a riflettere che c’è della magia nel destino di ritrovarsi così.
    E allora avrei avuto l’istinto di scendere dalla macchina e di stringere la mano al mio compagno di emozioni, lanciandogli uno sguardo senza spiegazioni, e lui avrebbe capito tutto.
    Adesso, invece, quando alcune radio passano ventrale, quando vedo i concerti pieni di persone un pò così, quando leggo alcuni commenti qui dentro sento la gelosia crescere in me e mi dico “questi non sono degni”, come se svalutassero qualcosa e qualcuno.
    Poi rinsavisco e capisco che sono solo un coglione e che se la massa amasse e comprendesse gli offlagadiscopax io mi sentirei un pò meno unico, ma sarebbe un vivere molto migliore di questo.
    Vi auguro di riempire gli spazi pubblicitari di MTV con i vostri capolavori, in rotazione con i tokyo hotel e i video dei rapper neri con le tipe piene di culi e di migliorare per quanto sia possibile queste nuove generazioni che fanno a volte spavento e a volte tenerezza.
    Un abbraccio a voi, cari odp.

  8. anonimo ha detto:

    quello che tu scrivi sulla gelosia è molot tenero ma le conclusioni a cui giungi sono sacrosante.
    anche se sappiamo che ogni sistema ha il suo circuito e che questo circuito il più delle volte è chiuso (vedi l’arte contempornaea) e di nicchia.. lo sofrzo che ci ocmpete, in coscienza, è quello della condivisione. senza di quella il modno rimarrà mediocre e trmendamente burocratico. una grande stima per chi lotta col pensiero e con il proprio lavoro, in maniera dignitosissima, com elgi offlaga

  9. anonimo ha detto:

    Vuoi vedere che i fans degli ODP sono radical chic e sinistrorsi (rigorosamente extraparlamentari…).

    Vabbe’, ingoiamo pure questa!

  10. anonimo ha detto:

    Chiediti cosa sono gli odp direttamente, non credo siano veltroniani, sai?

  11. anonimo ha detto:

    ingoia con gioia!

  12. feddah ha detto:

    ciao fanciulli!
    ieri sera mentra facevo zapping alla tv mi sono imbattuto in un telefilm in prima serata su canale 5 “I Liceali”, abbastanza stupidotto, inrealtà, ma quello che mi ha colpito è stata la scena che ho visto:

    una delle protagoniste è stata appena mollata dal ragazzo e si porta dietro un sacco di plastica portato da casa di lui, e contenente nell’ordine: mezzo libro, una pantofola e mezzo spazzolino da denti (dalla parte delle setole, ndr)… La tipa afferma “lui mi ha dato la metà degli oggetti che erano nostri, perchè il nostro amore non merita rancori…”

    ***
    Boh, non so voi che ne pensate, ma a me sembra una citazione bella e buona!…
    Azz… gli Offlaga su canale 5 in prima serata… che dire, ci hanno proprio preso tutto… 😉

  13. anonimo ha detto:

    Toh, anche Alberoni (#8) ascolta gli odp…

  14. anonimo ha detto:

    bello l’anticipo!! quando si potrà vedere tutto il documentario?

  15. anonimo ha detto:

    Gli ODP chi votano? Cazzi loro! C’è il segreto nell’urna anche se, vi rammento: “Dio ti vede, Stalin no!”.

    Guardate che gli autori di fiction, programmi TV, ecc. Spesso sono persone che si dichiarano di sinistra (rigorosamente radical chic) e che hanno sane abitudini (civili e politiche) nel loro privato. Poi, consci che il popolo è bue, gli propinano delle cagate pazzesche.
    Già Villaggio, con il suo Fantozzi, fece una violenta satira dell’italiano medio. Peccato che questi non capì. E Paolo Villaggio, con gli anni, degenerò adeguandosi alla ‘cultura’ italiana più in voga.

  16. Grazie, a nome di Pierr Nosari, a chi ha lasciato la sua opinione e i suoi apprezzamenti per il demo del suo documentario sugli Offlaga. Speriamo di poterlo mostrare a tutti nel prossimo settembre.

    Buone giornate a tutti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: