Come da tradizione eccovi le nostre preferenze riferite all’anno pari appena terminato. Buona lettura.

PLAYLIST 2008

DANIELE

Strangers…
Sun Kil Moon – April (CaldoVerde)
Johann Johannsson – Fordlandia (4AD)
Anni Rossi – Afton (4AD)
Micah P. Hinson & the Red Empire Orchestra (Full Time Hobby)
Medeski, Martin & Wood – Zaebos (Tzadik)

…da qui in nessun ordine preciso di preferenza… o forse si… mmm…
Deartment of Eagle – In Ear Park (4AD)
Helio Sequence – Keep Your Eyes Ahead (SubPop)
Bon Iver – For Emma, Forever Ago (4AD)
Oasis – Dig Out Your Soul (Big Brother)
Stereolab – Chemical Chords (4AD)
Moser – Moser (Indigo)
Jenny Lewis – Acid Tongue (Rough Trade)
Death Cab For Cutie – Narrow Stairs (Atlantic)
Scarlett Johansson – Anywhere I Lay my Head (ATKO)
Deerhunter – Microcastle (4AD / Kranky)
Conor Orbest (Wichita)
M83 – Saturdays = Youth (EMI)
She & Him – Volume One (Mege)
Styrofoam – A Thousand Words (Nettwerk)
Paul Weller – 22 Dreams (Island)
Aimee Mann – @#%&#! Smlers (SuperEgo)
Cat Power – Jukebox (Matador)
Wire – Object 47 (Pink Flag)
Kills – Midnight Boom (Domino)
Primal Scream – Beautiful Future (B-Unique)
Breeders – Mountain Battles (4AD)
Notwist – the Devil, You & Me (CitySlang)
Our Broken Garden – "When Your Blackening Shows" (BellaUnion)
Neva Dinova – You May Already be Dreaming (SaddleCreek)
Ladyhawke – Ladyhawke (ModularPeople)
the Shortwave Set – Replica Sun Machine (WallOfSound)
Monochrome – Cache (Stickman)

In Casa…
Fou – Procurarsi Quanxi (Novunque)
Beatrice Antolini – A Due (Urtovox)
Paolo Benvegnù – Le Labbra (LaPioggiaDischi)
Rio Mezzanino – Economy With Upgrade (Danza Cosmica)
Mauve – Kitchen Love (Cane Bagnato)
Bachi da Pietra – Tarlo Terzo (Wallace)
Giovanni Ferrario – Headquarter Delirium (SolarisEmpire)
Japanese Gum – Without You I’m Napping (JG)
Don Turbolento (Circolo Forestieri)
Klimt 1918 – Just in Case Welle never meet Again (Prophecy)
Christian Rainer – Turn Love to Hate (KomArt)
les Mange-Tout – Teatime with MisterWho (MyHoney)
Amavo – HappyMess (fromScratch)
Single Sign On – Long Awaited Intimations… (SSO)
Baustelle – Amen (Atlantic)
Meg – Psychodelice (Self)

Geriatria… in nessun particolare ordine di preferenza…
Yuka Honda – Memories are my only Witness (Tzadik)
John Zorn – the Big Gundown (Tzadik)
Mark Feldman – Music for Violin Alone (Tzadik)
Disco Inferno – Open Doors Close Windows (Chè)
estAsia – Stasi (I Dischi del Mulo)
Dead Can Dance – Garden of Arcane Delight (4AD)
Pavement – Brighten the Corners (Domino)
Vaselines – the Way of (Sub Pop)
Marc Bolan & T.Rex – Interstellar Soul (Edsel)
Curve – Doppelganger (Anxious)
Catherine Wheel – Ferment (Fontana)
Happy Mondays – Pills’n’Thrills and Bellyaches (RHINO)
New Order – Movement (RHINO)
Rachel’s – System/Layers (1/4 Stick)
Husker Du – the Living End (Warner)
The Raincoats – Odyshape (OneLittleIndian)
U2 – Under a Blood Red Sky (Island)
Robyn Hitchcock & the Egyptians – Luminous Groove (YepRoc)
Dirty Three – Ocean Waves (BellaUnion)

Eventi Mondani…
My Bloody Valentine, London Roundhouse (Giugno)
Einsturzende Neubauten, Bologna Estragon (Aprile)
Paolo Benvegnù, Carpi Macè (Agosto)
Wire, Ravenna Bronson (Maggio)
Bologna Violenta, Conegliano Veneto Zion (Dicembre)
Lili Refrain, Carpi Mattatoio (Dicembre)
Fou, Milano Magnolia (Gennaio)
Massimo Volume, Roma Circolo Artisti (Dicembre)

if (navigator.appName.indexOf(“MSIE”) != -1) document.write(“

“);

ENRICO

08
M83 – Saturdays = Youth
FOUR TET – Ringer ep
PIANO MAGIC – Dark Horses ep
ALVA NOTO – Unitxt
AUTECHRE – Quaristice + versions
FUCK BUTTONS – Street Horrrsing
DON TURBOLENTO – st
NO AGE – Nouns
DEERHUNTER – Microcastle/Weird era continued
STEREOLAB – Chemical chords

00
MARK STEWART AND THE MAFFIA – Learning to cope with cowardice
COLLEEN – Et le boites a musique
RAYMOND SCOTT – Manhattan research inc.
RINO GAETANO –  Nuntereggae più – Aida
VASHTI BUNYAN – Some things just stick in your mind
GOTTSCHING – E2 E4
MODEL 500 – Deep space
ABSTRACT THOUGHT – Hypothetical situations
HOOD – The Hood tapes
THE SOFT MACHINE – Volume One

CONCERTI
COLLEEN – Padova
ALVA NOTO – Modena
RED WORMS’ FARM – SDSM
MASSIMO VOLUME – Bologna

PELLICOLE +  BIT RATES
IL CAVALIERE OSCURO
IL DIVO
HELLBOY – THE GOLDEN ARMY
PERSEPOLIS
JOY DIVISION – The documentary
CARNIVALE – Stagione 1 e 2

LETTURE
MARCO FINCARDI – C’era una volta il mondo nuovo
COLLETTIVO A/TRAVERSO – Alice è il diavolo
GIORGIO BOCCA – Noi terroristi
PAOLO NORI – Gli Scarti/La vergogna delle scarpe nuove/Grandi Ustionati/Bassotuba non c’è
CURZIO MALAPARTE – La pelle

if (navigator.appName.indexOf(“MSIE”) != -1) document.write(“

“);

MAX

Nove dischi per l’anno pari
MGMT – Oracular Spectacular (Columbia)
Baustelle – Amen (Atlantic/Warner)
The Last Shadow Puppets – The age of… (Domino)
Sigur Ros – Með suð í eyrum við spilum endalaust (Emi)
AA.VV. – Il dono – tributo ai Diaframma (Self)
Paolo Benvegnù – Le Labbra (La Pioggia/Venus)
Goldfrapp – Seventh Tree (Mute)
Don Turbolento – Don Turbolento (Circolo Forestieri)
Afterhours – I milanesi ammazzano il sabato (Universal)

Letture
Christian Zingales – Italiani brava gente (Tuttle)
Sergio Frau – Le Colonne d’Ercole (Nur/Neon)
Duka e Marco Philopat – Roma K.O. (X Book)
Simona Vinci – Strada Provinciale Tre (Einaudi)
Nick Hornby – Tutto per una ragazza (Guanda)

Film
Stella (Sylvie Verheyde)
Non è un paese per vecchi (J.Coen/E.Coen)
Il Divo (Paolo Sorrentino)
Wall-E (Andrew Stanton)
The Orphanage (J.A. Bayona)

Concerti
Nathan Fake – Carpi – Teatro Comunale
Massimo Volume – Reggio Emilia – Maffia
Mogwai – Roseto degli Abruzzi – Soundlabs

Eroi personali
Diana Est
Frantz Loriot
Nicolò Melli

Offlaga Disco Pax. Anni Dispari.

16 commenti
  1. anonimo ha detto:

    Vedo che nessuno degli offlaghi ha nominato le luci della centrale elettrica, che a livello di impatto e sorpresa ha avuto un po’ lo stesso riscontro che ebbe all’epoca Socialismo tascabile…deduco che siete della corrente dei detrattori?

    (Semplice curiosità, nessuna critica)

  2. anonimo ha detto:

    RINO GAETANO – Nuntereggae più – Aida

  3. anonimo ha detto:

    come sempre ottime scelte e come sempre mi trovo a metà tra enrico e daniele, senza essere troppo lontano da max.
    grazie per quello che ascolterò, vedrò e leggerò per vostro merito.

  4. anonimo ha detto:

    Max, una curiosità: nel libro di Christian Zingales c’è anche l’articolo dedicato a Mauro Repetto?

    dj nepo

  5. Se ben ricordo la scelta degli artisti trattati è avvenuta tra quelli che hanno esordito entro la fine degli anni 80, per cui Repetto è rimasto fuori. (max)

  6. l’intensità del vostro concerto a Palermo.. come pochi in quest’anno pari appena andato.. /Mmm strano.. l’ultimo degli After e non Moltheni..

  7. anonimo ha detto:

    per me è stato un buon anno, il 2008, per la musica italiana.

    Humpty Dumpty: q.b.
    Baustelle: amen
    Paolo Benvegnù: le labbra
    Offlaga Disco Pax: bachelite
    Fou: procurarsi guanxi
    Il Genio: il genio
    Le Luci della Centrale Elettrica: canzoni da spiaggia deturpata
    The Niro: the niro
    Moltheni: i segreti del corallo
    Superpartner : love hotel
    Paolo Conte: psiche
    Bugo: Contatti
    Elettronoir: Non un passo indietro
    Giorgio Tuma: My vocalese fun fair

    (e sicuramente dimentico qualcuno….)

    dj nepo

  8. anonimo ha detto:

    dj nepo ci sono almeno 3 tuoi citati che provocano qualcosa fra il brivido e la nausea, visti in questo blog….
    ma la libertà di parola e di giudizio qui regna sovrana… per cui viva la variabile stocastica…..

  9. anonimo ha detto:

    almeno tre? vediamo. bugo, il genio e… mmm.. il terzo non mi viene, se vuoi puoi dirmelo tu.

    dj nepo

  10. anonimo ha detto:

    mah, forse hai ragione. con gli anni sono diventato un ascoltatore molto bizzarro. troppo.

    adesso potrei associare in una playlist Jóhann Jóhannsson e Peppino Di Capri, Gal Costa e Deadmau5, Ennio Morricone e The Morticians, Francoise Hardy e Fuck Buttons, Kraftwerk e Cordara Orchestra.. da tempo ho infranto ormai le barriere del tempo e dei generi..

    fedele alla linea. ma del mio gusto.

    dj nepo

  11. anonimo ha detto:

    adesso permettetemi di consigliarvi un piccolo prezioso diamante grezzo. non è facile da trovare in rete. è una raccolta in vinile del 1983 intitolata “raptus 1984”. uno dei primi timidi tentativi di raccogliere su disco i sussulti della scena punk italiana. ma l’autore del micidiale blog spiega tutto molto meglio di me. io vi dico solo che all’epoca consumai letteralmente la relativa cassetta ….

    (buon ascolto)
    dj nepo

    il link:
    http://laltritalia.wordpress.com/

  12. anonimo ha detto:

    ragazzi ma davvero solo un concerto al mese per i prossimi mesi?

  13. anonimo ha detto:

    siete dei fasci…………….ma vi voglio bbbene comunque

  14. Andrebbero aboliti i Baustelle che ci stanno sfasciando il casso come si dice da noi in sicilia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: